I racconti dai concerti di Jovanotti

le emozioni del pubblico di Lorenzo Cherubini

Lorenzo negli Stadi 2013 – Lucia da Padova

Penso che il concerto di Padova sia stata la data più odiata dalla maggior parte delle persone: dal pubblico che ha abbandonato il concerto prima della sua fine, dall’organizzazione e da Lorenzo che hanno subito diversi danni. Infatti, dopo aver accompagnato l’attesa dall’apertura dei cancelli, il sole ha scelto di abbandonare Padova non appena il concerto è iniziato, e dopo la prima canzone si è scatenato un diluvio fortissimo. La cosa più bella è stata che nessuno voleva fermarsi: Lorenzo continuava a cantare e a muoversi con quella sua energia che è pazzesca e noi a ballare come se la pioggia non ci fosse. Solo che purtroppo c’era davvero un pericolo e dopo una ventina di minuti ci siamo tutti dovuti rifugiare sulle gradinate. Da lì è partito un meccanismo per cui, nonostante nessuno affermasse che il concerto sarebbe ricominciato, appena qualcuno aveva anche solo il vago sospetto che sarebbe successo, ci si ritrovava sotto il palco a saltare per scrollare via la pioggia. Io alternavo slanci di entusiasmo, perché non riuscivo ad aspettare che si ripartisse, a leggere imprecazioni contro il tempo che non si era mai rivelato tanto ostile nelle ultime estati che ricordo. Dopo un po’ Lorenzo è rientrato, avevamo guadagnato le prime file sotto il palco insieme a quelli che nonostante la pioggia non riuscivano ad aspettare così lontani sulle gradinate – ed è iniziata la parte vera del concerto, portando con sé un’atmosfera in cui credo non mi ritroverò più. L’impianto video era stato disattivato perché qualcosa l’aveva rovinato e sono stati lasciati accesi i riflettori dello stadio e così, vedendoci tutti in faccia, Lorenzo ha ricominciato, con tutto l’entusiasmo di chi voleva che lo spettacolo ci fosse lo stesso, più sereno e spontaneo che mai.

ClaudiaLorenzo negli Stadi 2013 – Lucia da Padova
[easy-share buttons="facebook,twitter,google" counters=1 counter_pos="right" native="no" hide_total="yes"]